Pubblicato il

La pulizia estiva della stufa a legna

Se la primavera è il periodo giusto per pulire la propria stufa a legna, l’estate è il momento ideale per prepararsi alla prossima stagione.

Il pensiero di prepararsi al prossimo inverno in piena estate può risultare antipatico, ma pensateci un attimo: se il freddo arrivasse all’improvviso e non aveste la stufa a legna in condizione di lavorare ottimamente, cosa potreste fare? Restare al freddo? Chiamare un tecnico all’ultimo secondo pagandolo per “l’urgenza”? Meglio prevenire che curare, diceva un vecchio spot pubblicitario: in questa miniguida in tre settimane sarete pronti per la prossima stagione, senza eccessivi pensieri!

Partiamo con la pulizia della stufa, quella più semplice, che si effettua solitamente alla fine dell’uso invernale: se non l’avete ancora fatta, è il momento giusto per iniziare!

STEP 1) Pulizia della camera di combustione
E’ la cosa più semplice: rimuovete i tronchi di legna inutilizzati (o i pezzi di legna bruciata rimasti grossi) e ricordatevi di staccare la stufa dalla presa elettrica (se il vostro modello di stufa ce l’ha).

STEP 2) Pulizia di braciere e cassetto cenere
Si toglie il braciere dalla sua sede, pulendo i fori e la grata con un pennellino finché non rimarrà alcuna traccia di cenere. Si toglie la cenere anche dal vano attorno al braciere, potete farlo con un aspirapolvere dedicato, a patto che possa aspirare anche le piccole particelle. Infine si estrae il cassetto cenere, svuotandolo e pulendolo.

STEP 3) Pulizia del vetro
Potete dare una prima passata al vetro con un panno morbido, è consigliato poi passare con uno spray specifico per vetro: non usate prodotti abrasivi! Nel dubbio, chiedete informazioni sul prodotto specifico al vostro rivenditore (potete utilizzare un prodotto come questo)

Il prossimo passo da fare è chiamare il tecnico per la manutenzione tecnica annuale: di questo parleremo nel prossimo articolo.

Leggi tutto l’articolo sulla manutenzione estiva della stufa a legna!