Pubblicato il

CERTIFICAZIONE AMBIENTALE D.M. 186 DEL 07/11/2017

Gentile / Egregio Cliente,

la informiamo che in base al D.M. n° 186 del 07 Novembre 2017, a partire dal 01 Ottobre 2018 sarà possibile:

  • utilizzare generatori da riscaldamento a biomassa di classe emissiva superiore o uguale a 2 stelle;
  • installare un nuovo generatore di classe emissiva superiore o uguale a 3 stelle.

A partire dal 01 Ottobre 2019 sarà possibile utilizzare generatori da riscaldamento a biomassa di classe emissiva superiore o uguale a 3 stelle.

A partire dal 01 Gennaio 2020, sarà consentito:

  • utilizzare generatori da riscaldamento a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico di classe emissiva superiore o uguale a 3 stelle;
  • installare generatori da riscaldamento a biomassa legnosa per il riscaldamento domestico di classe emissiva superiore o uguale a 4 stelle;

ATTENZIONE: le regole sopradescritte sono a livello generale. Per le specifiche zone di residenza, contattare l’ufficio competente del proprio comune.

IMPORTANTE: le regole di utilizzo di generatori a biomassa legnosa, riguardano esclusivamente gli immobili civili in cui è presente un sistema alternativo di riscaldamento domestico. Se questo non fosse presente, si è esonerati dalle imposizioni stabilite dal D.M. n° 186 del 07 Novembre 2017.

Inoltre, le regole di utilizzo di biomasse legnose riguardano i territori sotto i 300 metri di altitudine.

Pubblicato il

NUOVI PRODOTTI IN CONTO TERMICO

Abbiamo il piacere di informarvi che altri due modelli della nostra gamma rientrano nell’incentivo del CONTO TERMICO!

La stufa a legna Island 1 di Charnwood e la stufa a legna con forno Altea di Lacunza hanno superato con successo le fasi per ottenere la certificazione ambientale!

Contattateci per conoscere gli incentivi in base alla vostra zona climatica!

CLICCA QUI PER SCARICARE IL VOLANTINO DEI PRODOTTI IN CONTO TERMICO

Pubblicato il

Progetto fuoco 2018

Si è conclusa l’undicesima edizione di Progetto Fuoco con enorme successo per noi e per i nostri partner europei.

Una manifestazione fondamentale per presentare nuovi prodotti per il riscaldamento a legna, ma soprattutto per incontrare tanti amici e colleghi.

 

Ringraziamo tutti i visitatori che ci hanno accompagnato in questi giorni di fiera, ammirando i nostri prodotti ed elargendo complimenti alla nostra squadra.

 

Ci vediamo nel 2020!

 

>>>CLICCA QUI PER SFOGLIARE L’ALBUM DELL’EVENTO<<<

Pubblicato il

Zetalinea a progetto fuoco 2018

Progetto fuoco

Da 40 anni portiamo a specialisti e fumisti di tutta Italia
i migliori caminetti, stufe e cucine a legna d’Europa…vienici a trovare a Verona alla fiera Progetto Fuoco 2018!


Saremo presenti con tutti i nostri marchi: Nestor Martin, Charnwood, Lacunza, Hergom, Deville e Traforart!

Da 40 anni portiamo a specialisti e fumisti di tutta Italia
i migliori caminetti, stufe e cucine a legna d’Europa…vienici a trovare a Verona alla fiera Progetto Fuoco 2018!

Saremo presenti con tutti i nostri marchi: Nestor Martin, Charnwood, Lacunza, Hergom, Deville e Traforart!

Pubblicato il

Stufa a legna s 43 per il conto termico

Scopri la stufa classica a legna S 43 di Nestor Martin: autonomia di 12 ore, modulazione di potenza da 2,5 a 14 kW, gestione con telecomando termostatico, le bassissime emissioni di polveri sottili e l’appartenenza alle condizioni per ottenere l’incentivo previsto dal CONTO TERMICO, rendono la stufa S43 uno dei prodotti a legna più innovativi e attraenti oggi presenti nel mercato.
Scopri la stufa classica a legna S 43 di Nestor Martin:

autonomia di 12 ore, modulazione di potenza da 2,5 a 14 kW, gestione con telecomando termostatico, le bassissime emissioni di polveri sottili e l’appartenenza alle condizioni per ottenere l’incentivo previsto dal CONTO TERMICO, rendono la stufa S43 uno dei prodotti a legna più innovativi e attraenti oggi presenti nel mercato.

Pubblicato il

Stufa a legna skye per il conto termico

Vi presentiamo la nuova stufa a legna Charnwood “SKYE 5” dotata di un innovativo sistema di combustione che permette l’ottenimento di importanti performance nell’ambito del rendimento e basse emissioni, tali da rientrare nel CONTO TERMICO.
Vi presentiamo la nuova stufa a legna Charnwood “SKYE 5, il futuro del riscaldamento domestico.

Compatta e dal design moderno, pronta da installare, la stufa Skye di Charnwood è una nuova stufa all’avanguardia con una sistema di combustione notevolmente efficiente, assicurando un’efficienza fino all’86% che supera i nuovi standard di Eco Design e i requisiti “Aria Pulita”; ricercata nello stile come nella funzionalità, la Skye ha un design estetico fresco, moderno, minimal che la rende adatta a qualsiasi tipologia di abitazione.

Pubblicato il

Perché abbiamo scelto di importare dal nord europa la cultura del riscaldamento a legna?

Zetalinea seleziona da 40 anni le migliori stufe a legna provenienti dal nord Europa: da poco abbiamo scoperto un bellissimo libro che parla proprio della cultura del riscaldamento in quei luoghi dagli inverni così rigidi, motivo per cui la nostra scelta di riscaldamento ricade proprio su quelle tecnologie.

“Era la differenza tra gelare e stare al caldo, al differenza tra ferro grezzo e battuto, tra carne cruda e cotta. L’inverno era la differenza tra vivere e morire. Ecco quant’era importante la legna per i primi abitatori del nord. Procurarsi combustibile era una delle attività più importanti, e l’esito era semplicissimo: se ne avevi poco, pativi il freddo; se ne avevi troppo poco, morivi. E forse alcune migliaia di anni di gelo e sofferenze hanno fatto nascere un gene tutto nordico, quello del fuoco a legna, che manca ai popoli delle regioni più temperate. (…) Per millenni, in Scandinavia, la legna da ardere ha avuto un’importanza capitale: già all’alba dei tempi la si spaccava era si metteva a essiccare in vista dell’inverno seguente. Basti pensare che la parola con cui la si chiama in norvegese, in svedese e in danese, “ved”, è quasi identica al termine con cui gli antichi nordici indicavano l’albero (…) Ovviamente, la legna è stata importantissima per tutti i popoli del mondo, tanto per il riscaldamento quanto per la cottura dei cibi. E’ la nostra più antica fonte di energia, i cui usi e costumi dipendono principalmente da due condizioni: il tipo di bosco di cui si dispone e il tipo di clima che si ha in inverno. (…) Ma per quanto riguarda la cultura del riscaldamento a legna è particolarmente interessante osservare l’odierna Scandinavia, soprattutto tenendo conto del fatto che negli ultimi trent’anni, dalle nostre parti, il fenomeno è aumentato considerevolmente. Abbiamo enormi foreste, e la tradizione del fuoco a legna non è mai stata interrotta dall’avvento del carbone o di altre finti di energia. Inoltre, il Nord Europa è all’avanguardia nello sviluppo di stufe che inquinano meno. E c’è soprattutto una cosa che non possiamo modernizzare: il clima. Quassù continua a fare freddo.”

Tratto da “Norwegian wood. Il metodo scandinavo per tagliare, accatastare & scaldarsi con la legna. “ di Lars Mytting

Pubblicato il

La ghisa in cucina: un amore che dura da centinaia di anni

Il gusto del cibo preparato sulla vecchia cucina in ghisa della nonna non ha eguali: il sapore dei cibi rimane intatto, le verdure restano croccanti e la carne è cotta al punto giusto, senza dimenticare il pane cotto nel forno a legna, che riporta alla mente quello del fornaio della nostra infanzia.

La ghisa ha una storia molto antica: è stata prodotta nel bacino del mar Mediterraneo a partire da oltre 1.000 anni prima di Cristo, riscaldando i materiali ferrosi grezzi con carbone di legna nelle prime rudimentali forge.

In Europa lo sviluppo avvenne in ritardo poiché difficilmente i primi forni riuscivano a superare i 750°, che è la temperatura di fusione minima per ottenere la ghisa. Nei secoli successivi si iniziò ad utilizzare la ghisa anche negli stampi, poiché essa raggiungeva lo stato liquido una volta riscaldata, e fu così possibile realizzare grandi moduli e piccolissimi dettagli.

Quando la produzione della ghisa passò su scala industriale, si scoprì inoltre che essa aveva un’ottima capacità termica e una notevole attività antiruggine (grazie alla presenza del carbonio in elevate quantità): venne così utilizzata in maniera massiccia per la realizzazione di arredi urbani e, soprattutto, cucine e stufe a legna, dove veniva utilizzata la ghisa sia esternamente che internamente (nella camera di combustione). Fu nel 1707 che venne brevettata le prime pentole in ghisa, per cucinare, in grado di battere la concorrenza e arrivare su larga scala: erano pentole per cucinare di grande diffusione, poichè molto più sottili ed economiche rispetto a quelle della concorrenza.

Di pari passo con la produzione di accessori in ghisa per cucinare, continuò la produzione delle conosciutissime stufe economiche dotate di ghisa sulla parte superiore, per cucinare direttamente sulla piastra (o sui famosi “cerchi“) o rivestite internamente in ghisa per garantire una maggiore durata del calore derivante dalla legna (sia per cucinare che per riscaldare).

Per riscoprire il piacere di stare insieme e cucinare sano rinascono così, al giorno d’oggi, le cucine a legna in ghisa Lacunza, un concentrato di tecnologia moderna con la storia e la cultura del passato. La cucina a legna “di una volta” è diventata adulta insieme a te ed è pronta ad accompagnarti per tutta la vita.
Grazie al suo ampio forno in acciaio inox con termometro e il piano cottura in ghisa liscia con cerchi, potrai cucinare e accogliere i tuoi ospiti in un ambiente riscaldato, grazie anche alla porta vetro fuoco che consente di tenere sempre sotto controllo l’andamento delle fiamme. La combustione è regolabile con semplicità grazie ai controlli dell’aria primaria e secondaria manuali sul fronte della stufa, per ottenere sempre il massimo dalla combustione, sia che tu decida di riscaldare principalmente l’ambiente o usare il calore per cucinare!

Le cucine a legna Lacunza hanno anche struttura in ghisa di grosso spessore e rilasciano gradualmente il calore accumulato derivato dalla camera di combustione in materiale refrattario: la regolazione dell’aria primaria e secondaria è altamente semplificata ed è posizionata sul fronte della cucina. Le cucine a legna Lacunza sono inoltre dotate di forno in acciaio inox riscaldato direttamente dalla camera di combustione, per cuocere il pane ed altri alimenti direttamente con il calore della legna.

Il piano di cottura può essere in ghisa coi cerchi, come le vecchie cucine di una volta, o con il moderno coperchio in vetroceramica, a seconda del modello.

Cucinare dev’essere sempre un piacere, sia per la gola che per gli occhi: le cucine a legna in ghisa “di una volta” oggi sono cresciute e sono diventate le cucine Lacunza! Grazie alla moderna tecnologia e ai materiali resistenti, come la ghisa per la piastra di cottura e l’acciaio inox per il forno, oggi è possibile ritrovare il nostro passato, l’evoluzione dell’uomo e l’evoluzione della ghisa tutto in un unico prodotto!

Per maggiori informazioni sulla scelta della tua nuova cucina a legna, contattaci!
info@zetalinea.it

Pubblicato il

Lo spettacolo del fuoco in tutta sicurezza

Quando si pensa all’acquisto di un camino di design, i dubbi sono tanti: scalderà bene? E’ sicuro per i bambini o per gli animali di casa? Posso averlo veramente come lo desidero?
I camini design di Traforart vengono realizzati artigianalmente e garantiscono la massima sicurezza già in fase di realizzazione: se poi si opta per un modello chiuso coi vetri, la qualità è la stessa di una normale stufa a legna… ma in più è come lo vuoi tu!
Puoi personalizzare il tuo camino di design grazie alla colorazione anche su richiesta, scegliendo di farlo funzionare a legna, gas o bioetanolo, puoi scegliere tra le diverse basi portalegna o le basi di design: inoltre puoi scegliere tra i modelli centrali, a parete o angolari dello stesso camino. I camini vetrati garantiscono inoltre un alto rendimento, grazie alla porta in acciaio ermetica e al doppio controllo manuale dell’aria di combustione.

Un camino di design di alta gamma può essere alimentato a bioetanolo, a gas o a legna e, soprattutto se alimentato con quest’ultima, diventa un’ottima alternativa al classico focolare. I camini con superficie esterna in acciaio sono i più facili da pulire e consentono una comoda manutenzione ordinaria. Alcuni modelli sono già dotati di vetri protettivi mentre gli altri, quelli “aperti”, possono essere dotati di sportelli frontali che, una volta chiusi, permettono di lasciare il camino acceso anche quando si esce dalla stanza.

I camini design possono essere frontali a parete, sospesi, angolari, ma il modello più ricercato è sicuramente il modello centrale: per un camino che diventa davvero l’anima della casa. Traforart, la ditta di camini design di Barcellona, realizza ogni suo modello di camino design nelle varianti a parete, centrale, angolare e sospeso, proprio per consentire l’adattabilità a tutte le case e a tutte le tasche.

Inoltre Traforart offre la possibilità di personalizzare i modelli di camino esistenti e di realizzare veri e propri focolari su misura, in base alle vostre esigenze di spazio ed arredo.

E non dimentichiamoci che alcuni modelli di camini in metallo consentono un’alta personalizzazione anche a livello di colore esterno per meglio adattarsi al vostro ambiente o per rispecchiare il vostro umore!

I camini design si adattano, con le loro forme diverse, a tutti i tipi di abitazione: con l’installazione corretta e la scelta del camino della potenza necessaria al vostro ambiente, non avrete poi sorprese. Affidatevi ad un rivenditore specializzato Zetalinea per farvi guidare nella scelta del vostro prossimo focolare di design.

Per maggiori informazioni sulla scelta del tuo camino di design, contattaci!
info@zetalinea.it